In una parola: bellissimo! Bellissima l’esperienza di percorrere il fiume Adda da Lecco fino alla centrale di Porto d’Adda, frazione di Cornate d’Adda in provincia di Monza e Brianza, passando in sequenza i comuni di Pescate, Olginate, Brivio, Villa d’Adda, Imbersago, Paderno d’Adda.

L’occasione è stata la partecipazione alla randonée RandAdda di 72 km in mountain bike nell’ambito della più ampia manifestazione Randolario, che si è svolta ieri mattina. Partenza libera da Lecco con destinazione Porto d’Adda all’interno del Parco Adda Nord. In realtà all’andata il percorso prevedeva di abbandonare la ciclabile sul fiume per raggiungere Pontida in provincia di Bergamo e da qui salire il Monte Canto (3,5 km, 290 m, 8,3%). Al ritorno verso Lecco abbiamo invece seguito interamente il percorso ciclopedonale.

La pista ciclopedonale del fiume Adda inizia proprio a Lecco oltre il ponte Azzone Visconti. Da qui infatti parte la via Alzaia che costeggia il fiume sulla sua destra orografica. Inutile dire che è impossibile perdersi, in fondo basta seguire sempre il fiume sulla propria sinistra. Subito dopo Lecco l’Adda forma il lago di Garlate grazie alla presenza di una diga. Il fiume parte inizialmente con un alveo piuttosto ampio che si restringe proseguendo verso sud. Più o meno all’altezza di Paderno d’Adda dopo il Ponte San Michele una parte delle acque convoglia nel canale che grazie a un sistema di chiuse e piccoli bacini alimenta la centrale idroelettrica Angelo Bertini costruita nel 1895, una tra le più antiche centrali idroelettriche ancora funzionanti in Europa. Più a valle si trova la centrale idroelettrica Esterle che fu costruita tra il 1906 e il 1914, che però non vediamo, perchè il nostro giro si ferma prima.

Per promuovere questo territorio veramente ricco di scorci suggestivi e prezioso patrimonio del territorio lombardo è stato istituito l’Ecomuseo Leonardo Da Vinci, che oltre al naviglio di Paderno comprende anche il naviglio della Martesana più a sud, sicuramente meta di una prossima escursione.

E’ proprio il caso di dire che qui la mano sapiente dell’uomo con le sue opere di ingegneria idraulica ha reso ancor più affascinante un ambiente naturale già di per sè unico.

Caratteristiche del Percorso

Lunghezza percorso da Lecco alla centrale di Porto d’Adda: 28 km

Dislivello: 72 m

Per quanto riguarda il tipo di terreno tratti in asfalto o pavimentazione urbana si alternano ad altri con fondo sterrato.

E’ percorribile in entrambi i sensi di marcia. La mancanza di difficoltà tecniche, così come la mancanza di salite, ne fanno un percorso adatto a tutti. L’unico impegno è la distanza, che implica un minimo di allenamento. Tra andata e ritorno infatti sono in totale una sessantina di chilometri.

 

fiume adda

20160313_114647

IMG-20160313-WA0002

20160313_120609

IMG-20160313-WA0003

20160313_120535

20160313_120317

20160313_121028

20160313_130027

20160313_131758

20160313_131812

  • 16
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    16
    Shares