• lago di como

My Cycling Moments sulle salite del Lago di Como

By |2018-03-11T19:42:19+00:0021 agosto 2017|MY CYCLING MOMENTS, Progetti|

Dalla mtb alla bici da corsa il passo è breve . Almeno per me. Come potrebbe non esserlo? In fondo abito tra la Brianza e il Lago di Como, ai piedi delle Prealpi.

Per chi ama il ciclismo su strada, qui c’è solo l’imbarazzo della scelta. Salite a volontà, spettacolari vedute sul lago, località storiche, scorci dal fascino indiscusso.

Proprio nell’area geografica del Triangolo Lariano (territorio compreso tra i due rami del lago, quello di Como e quello di Lecco) ci sono alcune delle salite più belle e frequentate.

Colma di Sormano, Muro di Sormano, Nesso, Onno, Ghisallo, Galbiate. Si trovano tutte in un’area geografica piuttosto ristretta, quindi nello stesso giro è possibile combinare più salite insieme.

Come il giro fatto ieri con la Scott Foil 20: Colma di Sormano (da Canzo), Nesso in discesa e Ghisallo.

Con partenza e arrivo a Mariano Comense (CO), dove vivo, in tutto sono 105 km e 1.762 m. di aumento quota.

Colma di Sormano (dal bivio Magreglio)

Lunghezza: 9,4 km

Pendenza media: 6,6%

Aumento quota: 642 m.

Una salita dalla doppia anima, spezzata in due proprio a metà dal piccolo paese di Sormano.

Il tratto movimentato che attraversa il paese divide in due questa salita che all’improvviso assume caratteristiche completamente diverse. Regolare e con tornanti prima, un susseguirsi di rettilinei poi.

Potremmo dire che c’è un prima e un dopo Sormano. Anche il paesaggio cambia: spazi aperti e case che lasciano il posto a un bosco di larici e poi l’ultimo tratto esposto prima di arrivare in cima.

Arrivati in loc. Colma a 1124 m. s.l.m. è d’obbligo una sosta presso la Baita Ristoro La Colma, fosse anche solo per un caffè. Giusto il tempo di sgranchire un po’ le gambe.

Qua di ciclisti ce ne sono davvero tanti. Un vero crocevia. Zona molto frequentata anche dagli stranieri che sempre più numerosi programmano le proprie vacanze in bicicletta qui sul lago.

Questa salita insieme alla bellissima discesa per Nesso collega la Brianza al lago di Como. Offre la possibilità per chi arriva da Milano di raggiungere il lago senza passare da Como.

Giunti a Nesso sul lago siamo ormai vicini a Bellagio che dista solo 13 km. 13 km di strada vista lago.

Ed ecco Bellagio “la perla del lago”, altra meta classica per noi ciclisti. Un posto unico, dall’aria un po’ retrò con quel suo fascino senza tempo e dall’atmosfera molto romantica.

Una sosta  e si riparte. Prossima salita di giornata: Ghisallo.

Madonna del Ghisallo (da Bellagio)

Lunghezza: 9 km

Pendenza media: 5,8%

Aumento quota: 670 m.

Questa salita non ha bisogno di presentazioni. E’ LA SALITA quando si parla di lago di Como.

Spesso protagonista del Giro di Lombardia, conduce al Santuario della Madonna del Ghisallo, patrona dei ciclisti. E poi il Museo del Ghisallo, la statua con Coppi e Bartali, …

Se valutiamo la salita in sé, la ami oppure la odi. La pendenza media trae un po’ in inganno perché considera anche i due chilometri pianeggianti e un po’ in discesa che si incontrano dopo i 4 chilometri con pendenza media che supera il 9%

Se presa col dovuto rispetto è comunque una salita che regala molte soddisfazioni 🙂

Facile capire perché a volte smetto i panni di biker e mi faccio prendere dal mio lato cycling!

MY CYCLING MOMENTS

 

Cycling apparel: maglia e pantaloncini Scott Rc Pro, scarpe Scott Road Pro, casco Scott Arx Plus. Calze: The Wonderful Socks

  • 47
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    47
    Shares

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.