• Dolomiti in bici da corsa

My Cycling Moments sulle Dolomiti: 11 passi in 3 giorni

By |2018-03-11T19:42:08+00:0029 agosto 2017|MY CYCLING MOMENTS, Progetti|

11 passi in 3 giorni. Questo in sintesi il mio recente soggiorno in Alta Badia. Detto così sembrano tanti. Ma se il paesaggio è quello delle Dolomiti vi assicuro che pedalata dopo pedalata è facile farsi prendere dall’entusiasmo e non avere più voglia di scendere dalla bicicletta.

Un contesto fantastico quello delle Dolomiti nel quale la bicicletta da corsa esprime al meglio il proprio potenziale in quanto a bellezza e divertimento.

Basta guardare qualche fotografia scattata per esempio sui passi del Sellaronda per capirlo.

La strada che sinuosa si fa spazio tra le vette maestose, i tornanti che disegnano linee tortuose e poi il Gruppo del Sella e il Sasso Pordoi come cornice.

Qui si trovano salite e passi importanti che hanno fatto la storia del ciclismo, spesso protagonisti del Giro d’Italia o teatro di manifestazioni amatoriali come la celeberrima Maratona dles Dolomites, il Sellaronda Bike Day e il Dolomites Bike Day.

Non dico niente di nuovo quindi se affermo che le Dolomiti offrono l’ambiente ideale per gli amanti della bicicletta.

Dopo aver spinto la Scott Foil sulle salite del Triangolo Lariano (leggi QUI), è stato naturale dunque desiderare di “testare” il mezzo sulle montagne che sono Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Per quanto riguarda il soggiorno la scelta è caduta su Corvara in Alto Adige, in Alta Badia.

Corvara (1.568 m. s.l.m.) si trova in una posizione ottimale per chi vuole pedalare sulle strade intorno al Gruppo del Sella. Ubicata tra il Passo Gardena e il Passo Campolongo , è il punto di partenza ideale per alcuni tra i tour più famosi delle Dolomiti.

Questi sono i tre fantastici giri che io e Franco abbiamo fatto alla scoperta delle Dolomiti in bici da corsa. Avevamo tre giorni a disposizione e li abbiamo sfruttati tutti!

Giorno 1

Corvara – Colfosco – Passo Gardena – Passo Sella – Canazei – Alba – Passo Fedaia – Malga Ciapela – Rocca Pietore – Digonera – Arabba – Passo Campolongo – Corvara

Distanza: 85 km

Ascesa: 2.370 m.

Questi i passi che abbiamo incontrato

Passo Gardena da Corvara: 11 km – 6.3% pendenza media, 10% – pendenza massima

Passo Sella da Plan De Gralba:  5,45 km -6,84% pendenza media – 13% pendenza massima

Passo Fedaia da Canazei: 14 km – 4,4% pendenza media – 9% pendenza massima

Passo Campolongo da Arabba:  4,1 km – 6,6% pendenza media – 11% pendenza massima.

 

Passo Gardena – Sarà l’altitudine, sarà il paesaggio, ma ho le gambe leggerissime e l’impressione di volare.

 

Passo Gardena – Difficile pedalare “testa bassa”. Il Gruppo del Sella distrae con le sue cime.

 

Passo Sella – E’ mercoledì e il Passo Sella è chiuso alle auto.

 

Passo Sella- Da pelle d’oca. Solo bici e …silenzio. Il silenzio  sembra rendere giustizia alla grandiosità di queste montagne.

 

Passo Sella – In cima (2.218 m.) solo ciclisti 🙂

 

Passo Fedaia – Da Canazei la salita è “facile”. Il Passo Fedaia è più impegnativo dall’altro versante.

 

Passo Fedaia – Sulla destra il ghiacciaio della Marmolada.

 

Passo Fedaia – Il cima al passo si trova il lago artificiale di Fedaia.

 

Passo Campolongo – Ultimo passo di giornata. In discesa verso Corvara si erge maestoso il Sassongher, segno che ormai siamo arrivati.

 

Giorno 2

Corvara – Passo Campolongo – Arabba – Passo Pordoi – Passo Sella – Passo Gardena – Colfosco – Corvara

Distanza: 51 km

Ascesa: 1.600 m.

Questi i passi che abbiamo incontrato

Passo Campolongo da Corvara: 6 km – 5% pendenza media – 6,7% pendenza massima

Passo Pordoi da Arabba: 9,4 km – 6,8% pendenza media – 10% pendenza massima

Passo Sella dal Pordoi: 5,5 km – 7,3% pendenza media –

Passo Gardena da Plan de Gralba:  5,9 km – 4,2% pendenza media – 7% pendenza massima

 

Passo Campolongo- Salendo da Corvara il Sassongher domina alle spalle.

 

Passo Pordoi – Uno dei miei passi preferiti. Salita lunga ma costante. Esagero se dico “Piacevole”?

 

Passo Pordoi – Salendo da Arabba le montagne della provincia di Belluno dominano alle nostre spalle

 

Passo Pordoi – Questo passo è ricco di storia dal punto di vista ciclistico. Curioso il monumento dedicato a Simoni, con la sua bici incastonata nella roccia. Il ciclista trentino proprio qui nel 2001 conquistò la sua prima maglia rosa.

 

Passo Pordoi – Il versante opposto del Pordoi, quello che porta a Canazei, presenta 27 tornanti.

 

Passo Pordoi

 

Passo Sella – Di nuovo sul Sella ma questa volta sul versante che sale da Canazei.

 

Passo Sella – In cima al passo il Gruppo del Sassolungo sullo sfondo accompagna l’ultimo chilometro.

 

Passo Gardena – Arrivati a questo punto i 5,9 km del Passo Gardena da Plan de Gralba sembrano una passeggiata. Anche perché sappiamo che dopo quest’ultima salita, ci sarà solo discesa fino a Corvara.

 

Giorno 3

Corvara – Passo Campolongo – Arabba – Pieve di Livinallongo – Andraz – Passo Falzarego – Passo Valparola – San Cassiano – La Villa – Corvara

Distanza: 52 km

Ascesa: 1.250 m.

Questi i passi che abbiamo incontrato

Passo Campolongo da Corvara: 6 km – 5% pendenza media – 6,7% pendenza massima

Passo Falzarego da Andraz: 10,84 km – 6,2% pendenza media

Passo Valparola dal Passo Falzarego: 1,2 km – 7,25 pendenza media

 

Passo Falzarego

 

Passo Falzarego – Sulle strade del Giro d’Italia. Quest’anno il Giro è passato qui nella 18° tappa.

 

Passo Falzarego

 

Passo Valparola – Alle pendici del Lagazuoi

 

Passo Valparola

 

Corvara – In Alta Badia è il punto di partenza e arrivo ideale per i tour in bici da corsa.

 

In totale abbiamo percorso 188 km, 5.220 m. di ascesa, 11 passi.

Dopo questa bellissima esperienza posso davvero affermare che le Dolomiti offrono l’ambiente ideale per gli amanti della bicicletta da corsa. Prima lo potevo solo immaginare, ora ne ho la prova.

 

 

Anche la scelta di soggiornare a Corvara in Alta Badia è stata azzeccata, perché si trova proprio sull’anello dei quattro passi (Sellaronda), quindi consente una varietà di percorsi ad anello (da compiere in senso orario o antiorario) come quelli che abbiamo fatto noi.

Abbiamo trovato tutte le indicazioni sui percorsi QUI

Sempre sul portale www.altabadia.org  si trovano tutte le informazioni necessarie per organizzare qualche giorno di vacanza in Alta Badia, in bici da corsa o mountain bike.

 

MY CYCLING MOMENTS

  • 29
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    29
    Shares

2 Comments

  1. Lorenzo Gerosa 12 settembre 2017 al 11:29 - Rispondi

    Bellissimi posti! la quintessenza del ciclismo.
    Ho fatto quest’estate il giro del Sella Ronda e fermarsi al monumento a Coppi sul Pordoi è qualcosa di speciale.
    Complimenti bellissimo reportage

    • paolabgood 12 settembre 2017 al 21:25 - Rispondi

      Ti ringrazio del complimento! Avevo già vissuto la magia in mountain bike. Ora che ho provato anche con la bici da corsa, confermo che è il paradiso!

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.