Scott Vivo Plus: il casco prima di tutto

By |2018-04-10T13:07:47+00:0006 Aprile 2018|I RIDE CONTESSA|

Safety first, il casco prima di tutto.

Dotazione indispensabile per le nostre uscite in mountain bike, la scelta del casco viene subito dopo quella della bicicletta. In Italia l’uso del casco in bicicletta al di fuori dell’ambito competitivo non è obbligatorio ma personalmente non riesco a immaginare un’uscita in mountain bike senza questo prezioso alleato della nostra sicurezza.

Ma non solo sicurezza. Il casco protegge dal sole in estate e ripara dal freddo in inverno oltre ad aiutare a contenere i capelli. Per tutti questi motivi lo indosso sempre nei miei giri in bici. Ormai è diventata una sana abitudine. Un’abitudine che oltre a garantire sicurezza deve per questo essere anche confortevole. Non meno importante anche l’aspetto estetico. Quando scegliamo un casco per l’acquisto infatti ci sinceriamo sempre che ci stia anche bene.

Ho trovato tutte queste qualità nel casco Scott Vivo Plus che ho indossato per la prima volta durante la mia ultima escursione in mtb all’Alpe di Colonno: bellissima località con vista sul lago di Como a 1.322 m. di altitudine.

 

Il casco Vivo Plus è un casco specifico per mountain bike tipologia trail e all mountain, cioè indicato per escursioni in montagna su sentieri accidentati, molto salita, discese toste, in poche parole la quintessenza della mountain bike. E’ per questo dotato di visiera che offre protezione non solo dal sole ma anche dai rami che potremmo trovare sul nostro percorso o da polvere e fango, offre una buona areazione ed è più lungo nella parte posteriore rispetto ad un casco classico da strada o cross-country in modo da proteggere così di più la nuca e la zona occipitale.

Safety first

Il primo criterio con cui scegliere un casco dovrebbe essere senz’altro quello della sicurezza. Il casco Vivo Plus è dotato della tecnologia MIPS (Multi Directional Protection Impact) Brain Protection System. Questa tecnologia considera le caratteristiche del cervello umano che è avvolto in un cuscino di liquido cerebrospinale a basso attrito e riproduce il metodo di protezione naturale del cervello aggiungendo ai caschi dotati di MIPS uno strato a basso attrito fra il casco e la testa. Lo strato a basso attrito MIPS può assorbire parte dell’energia generata da un impatto obliquo consentendo al casco di scorrere rispetto alla testa durante l’impatto. La combinazione di protezione naturale del cervello e MIPS offre quindi una maggiore protezione del movimento rotazionale in determinati tipi di impatto.

In parole più semplici all’interno del casco c’è una seconda calotta semi rigida che rimane aderente al capo capace di un movimento indipendente dalla calotta esterna e così in grado di assorbire gli impatti, proteggendo meglio la nostra testa.

Anche il comfort non è da meno

In un casco oltre alla sicurezza è importantissimo il comfort e mi viene da pensare che quest’ultimo aspetto non sia complementare ma piuttosto ne aumenti la sicurezza. Provate infatti ad immaginare di pedalare per tante ore con un casco scomodo, pesante, non adatto alle vostre esigenze o con un sistema di regolazione poco efficiente. Sicuramente ne risentirebbe anche la vostra guida e la vostra uscita in mtb non sarebbe così gradevole come dovrebbe.

Il comfort del casco Vivo Plus è garantito dalla visiera regolabile, dal sistema di regolazione MRAS2 (Micro Rotary Adjustment System 2) che con comoda rotellapermette di stringere e allargare secondo necessità e dalle fibbie sui lati anche quelle ben regolabili. La sensazione di leggerezza è data dai numerosi fori di ventilazione sul casco (17 per l’esattezza) posizionati in modo strategico per il favorire il passaggio dell’aria, che rendono questo casco ideale anche nei mesi più caldi. La tecnologia In-Mold inoltre con cui è prodotto permette di ottenere un casco resistente e insieme leggero.

 

Last but not least: lo stile

E ora arriviamo all’aspetto che dovrebbe essere il meno importante, ma per me non lo è: lo stile cioè l’aspetto puramente estetico. Ebbene sì, lo ammetto! Ho scelto questo casco anche per il colore perfettamente in tinta con la mia Contessa Spark 910. Tra le sei colorazioni disponibili la colorazione dark grey/pink mi è sembrata perfetta per il mio outfit 😉

 

Segui il mio progetto:

I RIDE CONTESSA

Casco: Scott Vivo Plus

  • 64
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    64
    Shares

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.