Anche quest’anno a Riva del Garda si terrà il Bike Festival Garda Trentino, tre giorni di eventi dedicati alla mountain bike. Una kermesse internazionale sempre molto attesa al punto che, a ragione, sul sito della manifestazione si legge: “La stagione della mountain bike 2019 comincia con il leggendario Bike Festival Garda Trentino a Riva del Garda”.

Tante le cose in programma con un’area expo che rappresenta il focus del festival. Ingresso gratuito, 170 espositori e 300 marche del settore bike saranno presenti coi loro prodotti e novità. Sarà inoltre possibile testare diverse biciclette  o comprare prodotti a prezzi vantaggiosi. Interessante l’Open Night di sabato, cioè area expo aperta fino alle 22.30

Diversi gli eventi in programma tra cui Bosch eMTB Challenge supported by Trek che combina Enduro, Trail e Orienteering in versione e-bike, oppure Scott Enduro Series con nuovi percorsi Enduro. Il programma completo QUI.

bike festival

E poi in programma c’è lei, la ROCKY MOUNTAIN BIKE MARATHON, la gara che si svolge sui bellissimi percorsi del Garda Trentino e che l’anno scorso ha visto la partecipazione di oltre 2.500 atleti. Quattro le distanze tra cui scegliere: la Ronda Facile con 28 kilometri e 700 metri di dislivello è indicata per i principianti. La Ronda Grande e la Ronda Piccola rappresentano un piacevole mix di adrenaliniche discese e impegnative salite. I più esperti potranno mettersi alla prova nella tecnica e lunga Ronda Estrema con 89 kilometri e 4000 metri di dislivello.

Quest’anno ai nastri di partenza di questa Marathon ci sarò anch’io. Sarò qualche giorno a Riva per il festival e perché non approfittare dell’occasione per rivivere l’emozione di una Marathon? Parteciperò alla Ronda Piccola, 42 km e 1.667 metri di dislivello positivo. Ho scelto questo percorso perché è più in linea con le mie attuali condizioni. Anche se non nascondo che mi sarebbe piaciuta la distanza più lunga, quella della Ronda Estrema. Sarebbe stato però un azzardo, perché una prova così richiede una preparazione specifica.

La partecipazione a questa gara mi emoziona per una serie di motivi. Primo perché non ricordo qual è stata la mia ultima granfondo/marathon in mountain bike (forse la Hero nel 2016?), secondo perché sarà l’occasione di pedalare su alcuni dei tracciati più belli del Garda, terzo perché almeno da un paio d’anni il mio approccio alla disciplina è quello dell’escursionista e non quello dell’agonista, quindi non sarà facile adottare un ritmo vivace, non tanto per ambizioni di classifica, quanto piuttosto per concludere la prova comunque in un tempo apprezzabile. Sono io stessa curiosa di sapere come andrà 🙂 L’unico obiettivo in ogni caso sarà divertimento.

La Ronda Piccola segue per i primi 800 metri il precorso della Grande e dell’Estrema fino alla località Calino. Da qui in poi la distanza si accorcia notevolmente attraverso il suo punto chiave, l’emozionante ascesa da Treni fino ai Gorghi. Da Pente i primi possono già godersi la nuova parte finale della Ronda Grande che conduce fino al paese di Varignano. La modifica di parte del tracciato ha reso questa distanza molto più avvincente.

Trovate le informazioni di tutti i percorsi ROCKY MOUNTAIN BIKE MARATHON, descrizione, mappa e profilo altimetrico  QUI

riva.bike-festival.de

  •  
  •  
  •  
  •  
  •