Home IN BICIDove pedalare Dalla Valsassina alla Val Taleggio in mtb passando per i Piani di Artavaggio

Dalla Valsassina alla Val Taleggio in mtb passando per i Piani di Artavaggio

di Paola Brazioli

Ecco un giro ad anello facile da fare in mountain bike. Facile perché è tutto su ampie ma tranquille strade di montagna, carrarecce o mulattiere e per questo non presenta passaggi tecnici particolarmente insidiosi. Unico requisito richiesto: avere la preparazione fisica necessaria a coprire i 35 km e 1.200 m. di dislivello positivi dell’intero giro che dalla Valsassina ci porterà in Val Taleggio passando per i Piani di Artavaggio.

E’ l’escursione che io e Franco abbiamo fatto sabato scorso, frutto di una decisione presa all’ultimo momento un po’ d’impeto e devo dire rivelatasi poi un’ottima decisione 😉

Siamo in Valsassina, valle nella provincia di Lecco racchiusa tra il gruppo delle Grigne a occidente, e il gruppo delle Alpi Orobie, che da oriente a settentrione la separano dalle valli bergamasche e dalla Valtellina. Esiste una strada di collegamento alle valli bergamasche: la strada provinciale 64 Prealpina Orobica, che dal comune di Moggio sale alla Culmine di San Pietro per poi discendere nella Val Taleggio.

Ed è proprio questa strada che percorreremo all’inizio e alla fine del nostro giro.

Partenza da Moggio (890 m. s.l.m.) in prossimità della funivia che collega questa località ai Piani di Artavaggio, seguiamo la bella strada asfaltata (SP 64) che porta alla Culmine di San Pietro e unisce la Valsassina alla Val Taleggio. La strada sempre in salita è panoramica e sinuosa, la pendenza sempre regolare. Dopo circa  5,5 km su asfalto lasciamo la SP64 e prendiamo a sinistra l’ampia carrareccia che in 7 km circa ci porterà ai Piani di Artavaggio (1.649 m. s.l.m.).

Il fondo è sterrato ma in buone condizioni, la pendenza media è di circa 5,5%. I primi chilometri sono all’ombra in mezzo a un bellissimo bosco. Superata Bocchetta di Maesimo (1.560 m. s.l.m.) e usciti dal bosco la vista si apre e la strada spiana. Ancora un paio di chilometri ed eccoci ai Piani di Artavaggio, balcone panoramico sulle montagne della Valsassina e sull’intero arco Alpino, nonché località frequentata in inverno dagli amanti delle ciaspole, dello sci da fondo, dello sci alpinismo e da qualche anno anche da chi vuole fare un’escursione con ebike. La mia prima esperienza con una ebike è stata proprio qui lo scorso inverno sulla neve. QUI il racconto.

In questa località si trovano diversi rifugi, come il Rifugio Sassi Castelli (1.650 m. s.l.m.), a pochi passi dalla funivia, dove ci siamo fermati per un panino. Mentre più sopra visibile si trova il Rifugio Nicola (1.900 m. s.l.m.) dalla caratteristiche architettura piramidale, raggiungibile in mtb tramite sentiero piuttosto impegnativo per la pendenza. Lo visiteremo la prossima volta!

Dopo la sosta ripercorriamo quindi la strada fatta prima a salire fino a raggiungere il bivio per la Val Taleggio dove seguiamo le indicazioni per Vedeseta. A questo punto si comincia a perdere di quota con tratti in discesa, in qualche caso con fondo in cemento, interrotti da altri pianeggianti. La vista spazia sulla Val Taleggio in provincia di Bergamo ed è impossibile non fermarsi ogni tanto ad ammirare il paesaggio. La discesa non è difficile e in poco tempo si raggiunge Avolasio frazione di Vedeseta (820 m. s.l.m.) dove ritroviamo l’altro versante della SP64 per la Culmine San Pietro (1.300 m. s.l.m.).

Qualche chilometro di salita dolce e regolare su provinciale e raggiungiamo la Culmine. Da qui scendiamo per tornare a Moggio sempre sulla SP64, si tratta degli ultimi 6 km per chiudere il cerchio.

Questa escursione mi ha conquistata, mi ha conquistata la Valsassina con le sue montagne e i suoi sentieri, una valle per me ancora tutta da scoprire.

Gallery

piani di artavaggio

Potrebbe interessarti anche

1 commento

Diego 3 Luglio 2019 - 8:56

Ciao Paola, posso chiederti se hai una traccia gps di questo percorso da condividere?
Ciao
Diego

Rispondi

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo, accetti la conservazione e la gestione dei dati da parte di questo sito web.

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitici, anche di terze parti, necessari al funzionamento del sito ed al miglioramento dell’esperienza di navigazione dell’utente. Continuando la navigazione sul Sito l’Utente acconsente all’uso dei cookie. Accetto leggi di più