Home Rösti di patate di Folgaria, piatto tipico dell’Alpe Cimbra

Rösti di patate di Folgaria, piatto tipico dell’Alpe Cimbra

di Paola
Rösti di Folgaria e Alpe Cimbra

Il Rösti di patate è una ricetta tipica dell’Alpe Cimbra e di Folgaria (Tn). È di facile preparazione e può fare da contorno, oppure da piatto vero e proprio accompagnato da altre specialità trentine come lo speck. È un piatto povero, della tradizione, il cui ingrediente principale sono le patate. Un piatto da gustare anche al rientro da un’escursione in mountain bike sui bellissimi sentieri della 100km dei Forti.

Ecco di seguito la ricetta (dosi per 4 tortelli).


INGREDIENTI

300 gr. di patate
Olio evo
Sale e pepe qb

Altri ingredienti opzionali:
Parmigiano grattuggiato
Zucchine (solo buccia tagliata a striscioline)
Cipolla
Uovo
Pancetta
Erbe e spezie (es. Curry, cumino, semi di finocchio, per arrosti, coriandolo macinato, salvia e rosmarino)

Gli ingredienti di base per preparare i Rösti sono: patate, olio, sale e pepe. Si possono però aggiungere altri ingredienti a piacimento come cipolle e zucchine. 

PREPARAZIONE DEI RÖSTI

Preparare i Rösti dell’Alpe Cimbra è facile. Bisogna per prima cosa sbucciare e lessare le patate. Spezzettarle quindi grossolanamente, metterle in una ciotola e aggiungere gli altri ingredienti: (nel mio caso) il parmigiano grattugiato, il sale e le zucchine. Mescolare tutto e compattare il composto in modo da formare dei tortelli. Scaldare l’olio in una padella antiaderente e cuocere i tortelli a fiamma medio-bassa 10 minuti per lato. A fine cottura alzare la fiamma in modo da scottare bene i lati, così da far assumere ai Rösti la tipica doratura.

La ricetta originale prevede in alternativa di grattugiare le patate ancora crude, anziché lessarle, che così cuoceranno direttamente in padella o al forno.

Rösti di Folgaria
I Rösti di Folgaria sono un piatto tradizionale dell’Alpe Cimbra in Trentino. Foto: alpecimbra.it

ALCUNI CONSIGLI DI COTTURA

Ho preso la ricetta sul portale dell’Alpe Cimbra. Tra le indicazioni ce n’erano alcune sulla cottura che vi riporto.

Se preferite una cottura più leggera potete utilizzare il forno, posizionando il preparato su una teglia coperta di carta forno, formate i vostri dischi per poi coprirli con un altro strato di carta forno (entrambi leggermente unti con dell’olio): fate cuocere prima in forno ventilato a 180° per circa 20 minuti girandoli a metà cottura, qui rimuovete la carta forno posizionata sopra e terminate la cotturain maniera statica finché non saranno ben cotti.

Secondo la tradizione la cottura ideale è quella con le padelle in pietra perché permettono una cottura perfetta delle patate crude senza dover aggiungere olio o altri grassi per cucinare. Ricordate che i dischi non devono essere molto alti (bastano pochi millimetri) e possono avere i bordi irregolari, l’importante è che il cerchio di patate sia ben compatto e unito.

Il trucco nella cottura sta nel conferirgli una crosticina molto croccante e un cuore morbido, questo è possibile utilizzando prima una fiamma molto bassa, per cuocere e ammorbidire bene le patate, per poi cambiare con un fuoco più alto per dargli croccantezza alla fine.
(Fonte: alpecimbra.it)

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo, accetti la conservazione e la gestione dei dati da parte di questo sito web.

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitici, anche di terze parti, necessari al funzionamento del sito ed al miglioramento dell’esperienza di navigazione dell’utente. Continuando la navigazione sul Sito l’Utente acconsente all’uso dei cookie. Accetto leggi di più