Home » TECH » Nuovo Centric Plus: il casco versatile di Scott ancora più leggero

Nuovo Centric Plus: il casco versatile di Scott ancora più leggero

di Paola Brazioli

Ventilazione, leggerezza e sicurezza sono le caratteristiche su cui punta il nuovo Centric Plus, il casco più versatile di Scott, studiato per la mountain bike e la bici da corsa. Indossato dagli atleti delle squadre Scott-Sram Racing e Team DSM, questo casco si colloca al top nella gamma di caschi Scott, insieme al Cadence Plus.

Il Centric Plus è indicato per le discipline off-road, in particolare cross country/marathon, e il ciclismo su strada. Completamente ridisegnato, è unisex e disponibile in diverse colorazioni. A catalogo anche la versione Contessa Signature, la collezione che il brand svizzero ha pensato per le donne con un range di prodotti che va dalle bici agli accessori. Il casco che ho testato fa parte di questa collezione.

test Casco Scott Centric Plus

Caratteristiche del casco Scott Centric Plus

Il Centric Plus è stato completamente ridisegnato. In fase di progettazione sono stati fondamentali i feedback dei test effettuati da atleti al vertice, road e mtb. Obiettivo: creare un mix di ventilazione, leggerezza e sicurezza. Risultato ottenuto grazie a una combinazione di prese d’aria ottimizzate, una struttura più leggera e un nuovo sistema di sicurezza MIPS. Vediamo nel dettaglio.

Sicurezza

Sicurezza integrata con il nuovo sistema MIPS SL. Il sistema di protezione celebrale è integrato nelle imbottiture (non c’è la classica calotta gialla), in modo tale che ventilazione e comfort siano garantiti. Si tratta della versione più leggera e ventilata di MIPS ad oggi realizzata. Apprezzabile anche dal punto di vista estetico: l’interno del casco ha un aspetto pulito ed essenziale.

sistema mips del casco centric plus
In foto: il sistema MIPS è integrato nell’imbottitura.

Ventilazione

Il Centric Plus è dotato di 14 prese d’aria + 4 aperture sulla parte posteriore per una ventilazione e traspirabilità ottimali, sia su strada sia off-road. In fase di progettazione si è posta particolare attenzione a questo aspetto, insieme a sicurezza e peso, curando l’ottimizzazione del flusso d’aria sia all’esterno sia all’interno del casco, anche dal punto di vista dell’aerodinamicità.

Casco Scott Centric Plus
In foto: il nuovo Centric Plus ha 18 prede d’aria per una ventilazione ottimale.

Struttura

Il nuovo Centric Plus è più leggero del modello precedente. 30 grammi in meno e un peso finale complessivo di 220 grammi (210g nella taglia S), che lo colloca tra i caschi più leggeri sul mercato. Il micro guscio è in policarbonato e la costruzione è realizzata con tecnologia In-Mold: la calotta esterna in policarbonato è saldata in un unico pezzo con un guscio interno in polistirolo espanso (EPS).

Scott Centric Plus
In foto: tecnologia in-Mold della costruzione, calotta esterna e guscio interno in un unico pezzo.

Vestibilità

Il sistema di vestibilità 270 HALO offre una gamma di micro regolazioni tali da garantire il miglior fitting possibile. Per aumentare la praticità d’uso questo sistema si avvale posteriormente di un anello in gomma che offre una presa ottimale anche quando si indossano i guanti invernali. Regolazione verticale in 4 posizioni.

Casco Scott Centric Plus
In foto: sistema di vestibilità con micro regolazioni per adattarsi perfettamente alla testa.
  • Peso: 220g (210g nella taglia S)
  • Misure: S-M-L
  • Disponibile in 7 colorazioni (compresa la versione Contessa Signature) e nella versione Supersonic Edition.
  • Prezzo: € 199,90

Impressioni

Il modello del casco Centric Plus che ho testato è nella colorazione nitro purple con dettagli estetici della collezione Contessa Signature di Scott. Taglia S (51-55 cm).

La prima cosa che mi ha colpita del nuovo casco Centric Plus è la leggerezza, percepibile ancora prima di indossarlo. A mio parere la qualità più importante in un casco, dopo la capacità di proteggere e al pari del comfort. Importante soprattutto se si pedala tanto e i grammi in più altro non sarebbero che un inutile peso a carico della testa e del collo.

La seconda cosa che si avverte, appena si indossa il casco, è il comfort. La ghiera posteriore è facile da usare, il rivestimento in gomma consente una buona presa anche con i guanti invernali ed è morbida da azionare sia per stringere sia per allentare la culla ergonomica che aderisce bene alla testa.

Il sistema di vestibilità permette inoltre una regolazione verticale in 4 posizioni, comodo anche per ospitare code di cavallo e capelli lunghi. I cinturini sono dotati della classica chiusura a scatto, molto semplice, e grazie alla loro forma restano ben aderenti al capo intorno all’orecchio, aumentando la sensazione di fitting ottimale.

Anche il sistema MIPS nell’imbottitura (anziché tramite la tipica calotta gialla) rende il nuovo Centric Plus ancora più comodo. Una volta indossato e regolato nel modo corretto, si possono percorrere diverse ore in sella senza percepire il minimo fastidio. Posso dire che per leggerezza e comfort ci si dimentica di averlo in testa.

In quanto al sistema di ventilazione per ora non posso realmente pronunciarmi, perché dovrei provarlo col caldo in estate. Mi viene da pensare, però, che il nuovo Centric Plus mantenga ciò che promette soprattutto quando “si va veloce”, con le 14 prese d’aria di cui due sulle tempie e due sopra le orecchie.

Sotto il profilo estetico, la versione che ho testato si fa apprezzare anche per i dettagli, che riprendono quelli della collezione Contessa Signature: colore metallizzato e un disegno a foglie stilizzate sui cinturini e sulla parte posteriore della calotta esterna. Di questa collezione ho già parlato nella recensione del completo maglia/pantaloncino. Il casco è disponibile in diverse colorazioni, tra cui quelle più neutre come il nero e il bianco, per adattarsi ad ogni tipo di outfit e allestimento.

In foto: la grafica e i dettagli della collezione Contessa Signature.

Volendo trovare un difetto, rispetto al modello precedente risulta meno comodo infilare gli occhiali nella calotta sfruttando le prese d’aria.

La mancanza di una rete anti-insetti interna e di una visiera supplementare (elementi che spesso si trovano sui caschi da mtb puri) è in linea con l’obiettivo di questo casco: leggerezza e performance da gara sia off-road sia su strada.

Il prezzo del Casco Scott Centric Plus è adeguato alla qualità del prodotto. Un prezzo non economico ma conveniente se consideriamo che può essere usato sia in mtb sia in bici da corsa. Questa versatilità è un punto di forza non trascurabile, per chi come me pratica entrambe le discipline. Non solo, io lo uso anche nei miei giri in gravel bike.

Collezione Scott Contessa Signature
In foto: il modello testato è nella colorazione nitro purple, come la bici Contessa Addict eRide 10. Collezione Contessa Signature.

Per concludere il nuovo Scott Centric Plus è un casco essenziale, dal minimo ingombro. Studiato per gli atleti in gara, si fa apprezzare per leggerezza, comfort e sicurezza anche da chi non è un agonista ma vuole comunque un prodotto performante.

scott-sports.com

MIPS –  Multi-directional Impact Protection System

Il sistema MIPS è progettato per aumentare la protezione contro il movimento rotatorio (o cinematico) trasmesso al cervello derivato da impatti angolati. Il movimento rotatorio è una combinazione di energia rotazionale e forze rotazionali che influenzano il cervello e aumentano il rischio di lesioni cerebrali lievi e gravi. Il sistema di protezione aggiuntivo MIPS riduce il movimento rotatorio assorbendo e reindirizzando le energie e le forze altrimenti trasmesse al cervello.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo, accetti la conservazione e la gestione dei dati da parte di questo sito web.

Bike Habits

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitici, anche di terze parti, necessari al funzionamento del sito ed al miglioramento dell’esperienza di navigazione dell’utente. Continuando la navigazione sul Sito l’Utente acconsente all’uso dei cookie. Accetto leggi di più